TECNICHE DI PUGILATO

pugincontr

Velocità, resistenza, forza, coraggio ed equilibrio si combinano in armonia.Così si boxa, o meglio, come dicevano i vecchi maestri, "si tira di boxe", associando il pugilato alla scherma.

Se volete avvicinarvi al mondo della boxe dall'interno, praticandola, preparatevi a imparare dei movimenti, degli equilibri e dei passi che sono molto più vicini a una danza che una rissa al semaforo.

Ecco un esempio di allenamento:

  • Riscaldamento

    Salto della corda e boxe a vuoto, meglio se davanti allo specchio - circa 20 minuti.

  • Tecnica e tattica

    Si pratica con un compagno - sparring - o con un maestro e si provano i colpi, le combinazioni, gli spostamenti utilizzando anche gli attrezzi quali sacco, pesi, punch ball, limando le imperfezioni - 30/40 minuti.

  • Ginnastica per migliorare la muscolatura

    Generalmente si lavora a corpo libero con piegamenti, flessioni, crunch, integrando anche con 30 minuti di lavoro ai pesi per una migliore forza esplosiva.

  • Defaticamento

    Stretching e boxe a vuoto, il tutto in modo rilassato: la sudorazione continua ma il corpo torna alla temperatura, ai battiti e alla pressione normali.

 

ALis

Fondamenti sulla tecnica del pugilato:

 

Nel pugilato viene ravvisata una certa somiglianza con la scherma per il particolare tipo di studio preparatorio fra i contendenti in funzione del successivo scambio di colpi.

Fondamentalmente il pugilato si basa su tre colpi:

Diretto: Colpo più importante per il pugile tecnico. A seconda dell'uso può essere un colpo di disturbo, di arresto, di preparazione al diretto successivo, oppure un colpo potente, portato mediante una rotazione del corpo. Si attua avanzando leggermente e si colpisce con la mano che sta davanti nella guardia (jab), oppure facendo ruotare tutto il corpo nel senso del pugno, colpendo con la mano posteriore (cross).

Gancio: Colpo potente e demolitore che basa la sua potenza sulla leva fornita dalla spalla e dalla posizione ad angolo retto del braccio, è il colpo di chiusura per eccellenza. Il gancio per essere efficace deve essere eseguito a corta distanza (hook).

Montante: Colpo dato dal basso verso l'alto, di solito si usa nel corpo a corpo.Si attua ruotando la spalla in modo da imprimere potenza al pugno (uppercut).

Questi colpi, portati in rapida sequenza e con varietà, generano le "serie" o "combinazioni". Anche se la fase offensiva ha un ruolo decisivo, due sono le tecniche per evitare di prendere colpi: schivare e parare, ovvio il fatto che per ogni tipo di colpo vi siano differenti tipi di schivate e di parate.

Dai tre aspetti offensivi e dai due difensivi può nascere un complesso incontro, che vede sul "quadrato" due uomini che si affrontano lealmente secondo regole codificate e che alla fine del match li vedrà abbracciarsi.

Il pugilato è uno sport impegnativo e completo, le doti fisiche richieste sono infatti velocità, agilità, forza e resistenza. Il pugilato richiede sia sforzi aerobici che anaerobici, pertanto l'allenamento mira sia al miglioramento della resistenza, ovvero alla durata dello sforzo fisico nel tempo, tramite corsa, salto della corda, allenamento a corpo libero, sia al miglioramento della forza e allo sviluppo della massa muscolare.